IL BLOG

In difesa della carta stampata




Una amica giornalista tempo fa mi ha raccontato di un funzionario statale che chiedeva il pdf di un articolo che non aveva voglia di comprarsi "Repubblica".

"Ma, scusa, a parte il fatto che se te lo mando mi licenziano, stai a perdere tempo per essere in un articolo che per voi non vale un euro e mezzo?"

Ecco come siamo messi; nemmeno chi è citato su un giornale riesce a spendere un euro per comprarlo, anzi meno che in digitale costa 30 centesimi, e alla fine siamo tutti attratti da notizie scritte senza alcuna cura da testate improbabili che hanno il solo scopo di infettarci di cookies e strapparci qualche involontario "Click" su finti link e finti filmati.


Io non ne posso più di leggere idiozie e non ne posso più di sentire le lamentele dei giornalisti umiliati. Sono stato a casa per il Natale, non vado a sciare, non brucio benzina, oggi ho fatto l'abbonamento a un quotidiano cartaceo e domani, se cio riesco che non è semplicissimo, ne faccio almeno un'altro.

Siete tutti invitati. Buon Natale!






Recenti
Archivio
Cerca un tag
Condividi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • facebook-square
  • Twitter Square