IL BLOG

Il clandestino

Ventun' anni fa sono andato Da Berti con Giovanni Soldini e Isabelle Autissier, con la quale stava per fare la Roma x 2, a mangiare una spettacolare cotoletta alla milanese.

Isabelle è simpatica, Giovanni un amico da anni, la cena è buona. Giovanni è lungimirante, non organizza le cene per avere un articolo, sa gestire serenamente le sue relazioni.

Fanno la regata in Italia, per la gioia degli sponsor , e poi partono per il giro del mondo.

Lei affonda e lui la salva, proprio venti anni fa. Manco a farlo apposta , Giovanni si trova in prima pagina per la ragione sbagliata.

Lui che si è inventato Giovanni Soldini, che ha imparato e si è spaccato le dita a farsi le barche da solo, che ha messo tutta la sua umiltà per prepararsi a vincere "il giro", cazzo, diventa famoso per aver salvato Isabelle con tutte le implicazioni idiotiche che questo comporta, e che non cito nemmeno ve le potete immaginare : l'italiano e la francese sullo yacht nei mari del sud e via dicendo.

In realtà queste barche e le loro cambuse non sono fatte per ospitare due persone e l'avversario diretto di giovanni inizia una campagna denigratoria per farlo squalificare per la presenza della velista a bordo.

Questa storia è stata poi ripresa in un bellissimo film sul giro in solitario uscito nel 2014.

Giovanni simpatico, Isabelle simpatica, non resisto e disegno la mia versione della convivenza dei due campioni a bordo del sessanta piedi italiano.

Eccola per voi, uguale a quella che pubblicò Bolina.

Recenti
Archivio
Cerca un tag
Condividi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square